Quando la pressione arteriosa sale, ecco i suggerimenti per normalizzarla

Su Benessere Unico trovi consigli, recensioni, offerte e testimonianze su prodotti e integratori per la tua salute e il tuo benessere. Ricerchiamo e raccogliamo diverse offerte e grazie alle nostre partnership e collaborazioni puoi risparmiare fino al 70% sul prezzo originale.

Unisciti al canale Telegram o Iscriviti alla Newsletter per avere accesso totale alle offerte riservate solo per i membri!

Oggi Benessereunico vuole trattare un tema fondamentale per la salute delle persone, la pressione arteriosa alta o ipertensione arteriosa. Innanzitutto è importante ricordare come non si tratti di una malattia di per sé, ma di un fattore di rischio che può portare a complicanze gravi come ictus e infarto.

Nella maggior parte dei casi avere la pressione arteriosa alta è una situazione asintomatica e sono tante le persone che ne soffrono pur senza saperlo. In Italia, ad oggi, si contano 10 milioni di persone che hanno la pressione alta, in particolare uomini e donne dopo la menopausa. Vediamo bel dettaglio cosa si intende con ipertensione arteriosa e quali sono i valori pressione sanguigna normali.

Pressione arteriosa alta: valori e tipologia

In medicina si parla di ipertensione arteriosa e pressione arteriosa alta se i valori superano i 90 mmHg per la minima e i 140 per la massima. Una buona pressione sanguigna è quella tra gli 85 e i 130 mmHg e oltre questo limite aumenta il rischio di conseguenze come ictus e infarto. Inoltre la pressione arteriosa alta si divide in tre tipologie:

  • ipertensione sistolica, quando la massima è alta;
  • ipertensione diastolica, quando la minima è alta;
  • ipertensione sisto-diastolica, quando entrambi i valori sono superiori alla norma.
torna al menu ↑

Ipertensione: quali sono le cause più comuni?

Oltre alle tipologie appena viste, i medici parlano di pressione sanguigna alta in termini di ipertensione arteriosa primaria e secondaria.

Nel caso dell’ipertensione primaria l’origine non è una malattia, bensì la predisposizione genetica, lo stile di vita irregolare e l’alimentazione sbilanciata. Un’altra causa è la scarsa attività fisica, il sovrappeso, la carenza di vitamina D e gli squilibri ormonali. Diverso è il caso di chi sviluppa un’ipertensione secondaria, a seguito di malattie cardiache, problemi alla tiroide o altre tipologie.

Chi non ha valori normali di pressione raramente si accorge di questa situazione o tende a sottovalutare i sintomi più comuni della pressione alta come mal di testa, stordimento e vertigini, acufeni, alterazioni della vista e perdita di sangue dal naso. In presenza di queste situazioni è consigliabile misurare la pressione in farmacia o dal medico di fiducia.

torna al menu ↑

Come si tratta la pressione alta

Ottenere normali valori della pressione richiede di intervenire innanzitutto sull’alimentazione, aumentando l’assunzione di frutta, verdura, pesce e cereali integrali e sostituendo dolci e snack con noci e semi. Altrettanto importante è ridurre il sale e limitare gli alimenti contenenti sodio e grassi insaturi.

Accanto alla dieta sana ed equilibrata è importante associare un regolare esercizio fisico per mantenere il peso forma ed evitare il sovrappeso, dato che i chili in eccesso sono una delle cause della pressione alta. Fare sport aiuta a mantenere il cuore sano e ad aumentare la forza muscolare, regolarizzando la pressione sanguigna e riportando i valori alla normalità.

torna al menu ↑

Cosa deve mangiare chi soffre di pressione alta

La dieta per l’ipertensione è appositamente studiata ed è ricca dei seguenti nutrienti:

  • OMEGA 3, contenuti in pesce, soia, semi di lino, kiwi;
  • potassio, che aumenta l’eliminazione del sodio con le urine e che si trova in tutti gli alimenti tranne i grassi da condimento. Per assumerlo nella giusta quantità è importante mangiare ortaggi e frutta freschi e crudi;
  • magnesio, che favorisce l’abbassamento della pressione sanguigna e la riduzione dell’ipertensione. Anche questo elemento si trova in buone quantità negli alimenti di origine vegetale come cereali integrali, crusca, semi oleosi e cacao;
  • flavonoidi: sono contenuti in mele, tè verde, cacao, mirtilli, cipolle rosse e spinaci e contribuiscono ad abbassare la pressione sanguigna.

Il consumo di olio extravergine di oliva è inversamente proporzionale alla pressione alta, dato che contiene omega 9, vitamina E, polifenoli e altre sostanze in grado di normalizzare la pressione. Se oltre a soffrire di pressione alta si è affetti anche da sindrome metabolica è importante aumentare l’apporto di acidi grassi Omega 6 e Omega 9, ma anche di vitamina A,C,E, lecticine, polifenoli e fitosteroli.

torna al menu ↑

I rimedi naturali per combattere la pressione alta

Tra i rimedi naturali per combattere la pressione alta troviamo l’attività motoria e, in particolare, l’attività aerobica prolungata come camminata veloce, ciclismo, canottaggio, nuoto o corsa che porta a una diminuzione della pressione alta.

Altrettanto importanti sono gli integratori alimentari a base di Omega 3, Olio di fegato di merluzzo, olio di germe di grano, olio di lino e di sesamo ricchi di acidi grassi essenziali. Un altro ingrediente degli integratori per la pressione alta è l’arginina, molecola che mantiene la funzione vascolare.

Il rimedio naturale più conosciuto per avere valori normali di pressione sono i diuretici, che aumentano la produzione di urina riducendo il volume di plasma sanguigno e anche la pressione. Tuttavia, a differenza degli integratori che non presentano controindicazioni, i diuretici vanno evitati in presenza di terapia farmacologica. Gli ingredienti contenuti sono estratti di ananas, betulla, carciofo, cetriolo, finocchio, ortica e tarassaco.

Per questo Benessereunico.com consiglia di trattare il problema della pressione alta con appositi integratori come Normalife, studiati per essere assunti da tutti senza controindicazioni, dato che si tratta di un prodotto 100% naturale. 

Mantenersi sani nel tempo è il compito di ciascuno di noi e per questo va data attenzione anche alla pressione, che deve essere monitorata anche in assenza di sintomi conclamati. Contribuisci a mantenere normali i valori della pressione arteriosa con dieta, sport e con i migliori integratori!

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Benessere Unico
Logo
Iscriviti alla Newsletter

Accedi a nuove offerte e sconti non ancora disponibili al pubblico!

Iscriviti alla Newsletter

Accedi a nuove offerte e sconti non ancora disponibili al pubblico!